Categorizzato | INFORMAZIONE

MEDIA. Il 2 e 3 novembre alla Farnesina dibattito tra italiane e arabe

Pubblicato il 29 ottobre 2010 da redazione

(Roma) Sotto il Patrocinio del Ministero delle Politiche europee, si apre il 2 e  prosegue il 3 novembre alla Farnesina (ore 9,30)  il convegno ‘Donne e media, giornaliste italiane e del mondo arabo a confronto’, organizzato da Aiwa (Arab Italian Woman Association) in collaborazione con l’AGI (Agenzia Giornalistica Italia).

Obiettivo dell’iniziativa di AIWA, network di utilità sociale tra donne arabe e italiane, nato a Firenze nel 2002, allo scopo di incoraggiare gli scambi culturali e sociali fra il mondo arabo e l’Italia, nella convinzione che la conoscenza delle rispettive realtà possa costituire un accrescimento sociale e culturale reciproco, costituendo anche il rimedio più efficace contro ogni conflitto, è quello di far conoscere e  incontrare le esperienze di donne che in due mondi apparentemente distanti fanno informazione, oltre le chiusure, per sradicare gli stereotipi come quello – ad esempio – “che vuole le donne che indossano il velo sottomesse e non istruite, schiacciate dallo stereotipo e di cui non si conosce nulla, e ne diffonde l’immagine”.  E invece – dichiara Randa Eid, segretaria generale Aiwa, nata a Beirut e residente in Italia da trent’anni – “Stupirebbe molti scoprire che il velo oggi nel mondo arabo e’ sempre piu’ spesso una scelta tra le donne delle classi medio-alte e tra le giovani, un segno distintivo e di identità che travalica i confini della religione. Nel 2006 abbiamo organizzato a Roma il primo Forum di donne imprenditrici e d’affari saudite e italiane, e portato in Italia una trentina di imprenditrici saudite. Molte di loro indossavano il velo ed erano tutte emancipate, istruite e in grado di trasferire la propria esperienza e conoscenza professionale anche all’estero”. Come dire… “il nodo da sciogliere è quello dell’ignoranza. Non tutti gli arabi sono musulmani e non tutti i musulmani sono terroristi. Equivoco che giornali, radio e tv invece di sciogliere tendono a rafforzare”. Non è un caso che l’Aiwa sia nata all’indomani dell’11 settembre – precisa Randa Eid – per reagire allo choc dell’attentato alle Torri Gemelle e alla conseguente pressione sull’opinione pubblica esercitata dai media, incoraggiando gli scambi culturali e sociali tra i due mondi e favorendo la contaminazione tra di loro, nell’ottica dell’integrazione e del rispetto reciproco. Il dialogo tra culture contrapposto ai muri alzati dagli estremisti di entrambi i fronti, convinti che la difesa dei valori e della identità coincida con l’irrigidimento delle proprie tradizioni e il rifiuto di quelle dell’Altro”.

Il convegno al ministero degli Esteri sarà anche l’occasione per lanciare l’idea di un nuovo portale che attraverso il web azzeri le distanze e i luoghi comuni per un dialogo e un confronto sempre più diffusi e allargati. Oltre a Randa Eid, a discutere di comunicazione, stampa, tv e web ci saranno volti noti del giornalismo e della politica internazionale, come, tra gli/le altr* Emma Bonino, vice presidente del Senato; Najwa Kassab Hassan, ministro della Cultura siriano; Pia Luisa Bianco; Andrea Purgatori; Ritanna Armeni; Lucia Annunziata; Donatella della Ratta; Tiziana Ferrario; Daniela Viglione, presidente e Ad dell’Agi; Marialina Marcucci, presidente onoraria Aiwa.

Di Stereotipi e identità (ore 11,30), moderate da Mimosa Martini, interverranno Isabella Rauti , Zeina El Tibi, Libano Hanane Harrat, Marocco, Shahira Amin, Egitto, Giselle Khouri, Libano,  Gaia Vendettuoli.

Info e programma dettagliato www.aiwaonlus.org

I/le giornalist* e cine-foto-operatori interessati a seguire l’evento potranno chiedere uno specifico accreditamento all’ indirizzo mail agi-aiwa@agi.it oppure telefonando al numero 06.51996378

(Delt@ Anno VIII, n. 207 – 208  del 29 – 30 ottobre  2010)

Condividi:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Current
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT

Tags |, , , ,

    • VIOLENZA. Farnesina: Terzi celebra Giornata mondiale contro mutilazioni femminili
    • VIOLENZA. Carfagna: non fermare impegno contro mgf
    • VIOLENZA. Nirenstein (pdl), mutilazioni genitali femminili intervento barbarico
    • VIOLENZA. Germontani (FLI), infibulazione inammissibile in Italia
    • VIOLENZA. Fornero, contrastare atteggiamenti violenza donne
    • VIOLENZA. Mgf, progetto pilota nelle scuole toscane
    • RAPPRESENTANZA. Fornero: vigilerò sulla presenza di donne nei cda
    • SALUTE: a Roma Centro Fecondazione per donne affette da endometriosi
    • LUTTI. Morta Anna Maria Longo, storica dirigente di sinistra
      ottobre 2019
      lun mar mer gio ven sab dom
       123456
      78910111213
      14151617181920
      21222324252627
      28293031EC

      Archivio anni