Categorizzato | VIOLENZA

VIOLENZA. Stalking: indagine del Centro Lanzino di Cosenza nelle scuole

Pubblicato il 28 maggio 2009 da Redazione Delt@

(Cosenza) La Fondazione “Roberta Lanzino” di Cosenza, nell’ambito del progetto “Pollicino e Alice”, ha realizzato un’indagine sullo stalking, che ha coinvolto gli studenti degli istituti superiori della Calabria, e che è stata presentata nel corso di un incontro (”Stalking, finalmente una legge.
Esiti dell’indagine tra gli adolescenti di Calabria” sabato scorso nell’auditorium dell’Istituto Tecnico Commerciale ”Cosentino” di Rende) che ha registrato la presenza di Massimo Lattanzi, presidente dell’Osservazione nazionale sullo stalking, che ha annunciato che tra pochi giorni l’Osservatorio aprirà uno sportello a Paola, in provincia di Cosenza.
Secondo la ricerca il 10% dei ragazzi calabresi è vittima di stalking. Il 3-4% invece ha commesso atti persecutori o avuto atteggiamenti del genere. L’80% degli studenti intervistati ha dichiarato di voler denunciare. Un altro 10% non percepisce preoccupante il fenomeno, mentre il 20% dei ragazzi ha affermato che non denuncerebbe mai perché non condivide la restrizione in carcere del
presunto autore.
I ragazzi interpellati hanno affermato che spesso sono stati vittime di atti persecutori anche all’interno della loro scuola. A livello nazionale, tra gli strumenti maggiormente utilizzati, l’81% degli atti persecutori avverrebbe attraverso telefonate o sms mentre il 17% con appostamenti o pedinamenti. “Ciò che è importante – per Lattanzi – è la prevenzione e la sensibilizzazione perché purtroppo gli atti di stalking possono avvenire, anche e spesso, a domicilio nell’ambito del contesto familiare. Da ciò la difficoltà nel denunciare un conoscente, un amico o un familiare.
Alla luce dei dati e della nostra esperienza come osservatorio – ha ribadito Lattanzi- forse legge la legge sullo stalking andrebbe rivista e richiederebbe una maggiore sensibilizzazione. Il 612 bis – ha
concluso il presidente nazionale dell’Osservatorio sullo stalking – sembrerebbe finalizzato alla repressione e alla restrizione delle persone in carcere.
Di stalking si è parlato lunedì scorso anche a Roma, presso l’aula magna della Corte di appello, in occasione di un convegno sul tema ”reati di stalking – violenza sessuale – maltrattamenti – omicidio:
novità legislative e giurisprudenziali”. Lo stalking è da poco diventato reato ma – ha detto Alfredo Montagna, sostituto procuratore presso la Corte di Cassazione, che ha partecipato al convegno – andiamoci cauti: ” ci vorrà severità nei confronti di chi si rende protagonista di questo genere di molestie, ma spesso siamo in presenza di elaborazioni psicologiche che non sono punibili come stalking. Insomma, intendo dire che non dovremo gridare all’untore ogni volta che c’e’ una denuncia. Ci vorrà giudizio e severità quando è il caso”.
Il problema – ha sottolineato – sta nel vedere se oggi si possono denunciare i comportamenti iniziati
prima dell’andata in vigore della norma. Secondo me sono punibili anche i comportamento di stalking iniziati prima. E credo che questo punto di vista sia condiviso da molti”.
Al convegno è stato presentato anche un libro, pubblicato dall’ editrice Experta, sullo stalking e sulla violenza sessuale redatto da quattro magistrati e dall’avvocata Arianna Agnese, presidente dell’associazione ‘Ius ac Bonum’, che hanno organizzato l’incontro.
(Delt@ Anno VII, N. 114 del 28 maggio 2009)

Condividi:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Current
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT

Tags |, ,

    • VIOLENZA. Farnesina: Terzi celebra Giornata mondiale contro mutilazioni femminili
    • VIOLENZA. Carfagna: non fermare impegno contro mgf
    • VIOLENZA. Nirenstein (pdl), mutilazioni genitali femminili intervento barbarico
    • VIOLENZA. Germontani (FLI), infibulazione inammissibile in Italia
    • VIOLENZA. Fornero, contrastare atteggiamenti violenza donne
    • VIOLENZA. Mgf, progetto pilota nelle scuole toscane
    • RAPPRESENTANZA. Fornero: vigilerò sulla presenza di donne nei cda
    • SALUTE: a Roma Centro Fecondazione per donne affette da endometriosi
    • LUTTI. Morta Anna Maria Longo, storica dirigente di sinistra
      settembre 2019
      lun mar mer gio ven sab dom
       1
      2345678
      9101112131415
      16171819202122
      23242526272829
      30EC

      Archivio anni