Categorizzato | VIOLENZA

VIOLENZA. Il 2012 rischia di eguagliare il drammatico 2011

Pubblicato il 06 febbraio 2012 da redazione

(Bologna) Rischia davvero di eguagliare il drammatico 2011, che ha visto 14 donne uccise per violenza di genere, questo inizio 2012, che già al 4 febbraio fa registrare il suo secondo femicidio.

“L’ultimo l’omicidio-suicidio di Parma,ieri, (5 febbraio) con una giovane donna di soli 24 anni uccisa dall’ex fidanzato, che si è poi a sua volta tolto la vita. Da una settimana –  rileva il Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia Romagna – la ragazza aveva scelto di interrompere quel legame, ma nella mattinata di sabato 4 febbraio l’ex compagno l’ha aspettata sotto casa, l’ha seguita in auto mentre si recava al lavoro per poi spararle in strada e rivolgere infine l’arma contro se stesso.

Colpi di pistola, sparati a bruciapelo, per non voler accettare la fine della relazione: ancora una volta è l’incapacità di alcuni uomini di accettare le scelte di autonomia della propria compagna o la fine di una storia a dare origine al dramma.

Non si tratta solo di “casi privati”, è un vero e proprio sistema generalizzato di pensiero, retaggio del passato, a portare alcuni uomini a non saper accettare e convivere con le scelte delle proprie mogli, figlie e compagne: non poter  “avere il controllo” sulla donna ancora oggi diventa ingestibile per chi non sa accettare un rapporto paritario.

Non sappiamo se in passato ci fossero stati altri episodi di violenza: ciò che è certo è che non bisogna aspettare i segnali ma evitare proprio che questi fenomeni abbiano origine, lavorando fin dalle giovani generazioni per creare una cultura di pari diritti e opportunità.

L’attività di sensibilizzazione, secondo il Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia Romagna, è assolutamente prioritaria e si affianca all’accoglienza delle donne vittime di violenza e dei loro bambini. Bisogna lavorare insieme per creare una comunità in cui ognuno, uomo o donna, possa compiere le proprie scelte in autonomia e con la certezza di essere rispettato e libero”.

Coordinamento dei Centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna

Samuela Frigeri, Presidente del Centro antiviolenza di Parma e vicepresidente del Coordinamento dei Centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna

334 6152733

Condividi:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Current
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT

Tags |, , , , ,

    • VIOLENZA. Farnesina: Terzi celebra Giornata mondiale contro mutilazioni femminili
    • VIOLENZA. Carfagna: non fermare impegno contro mgf
    • VIOLENZA. Nirenstein (pdl), mutilazioni genitali femminili intervento barbarico
    • VIOLENZA. Germontani (FLI), infibulazione inammissibile in Italia
    • VIOLENZA. Fornero, contrastare atteggiamenti violenza donne
    • VIOLENZA. Mgf, progetto pilota nelle scuole toscane
    • RAPPRESENTANZA. Fornero: vigilerò sulla presenza di donne nei cda
    • SALUTE: a Roma Centro Fecondazione per donne affette da endometriosi
    • LUTTI. Morta Anna Maria Longo, storica dirigente di sinistra
      ottobre 2018
      lun mar mer gio ven sab dom
      1234567
      891011121314
      15161718192021
      22232425262728
      293031EC

      Archivio anni