Categorizzato | VIOLENZA

VIOLENZA. Anche il Cedav di Messina in gravi difficoltà economica

Pubblicato il 30 novembre 2010 da redazione

(Messina)  Violenza contro le donne: leggi, parole… ma i fatti? E’ il titolo della tavola rotonda che si tiene oggi 30 novembre alle 16,30 presso il salone delle Bandiere a Palazzo Zanca  organizzato dal Cedav-Onlus. All’incontro, che sarà coordinato dalla presidente del Cedav, l’avv. Carmen Currò, partecipano fra gli altri Pinella Aliberti, assessora alle Politiche Sociali e per le Pari Opportunità del Comune; Rita Russo, giudice del Tribunale di Messina; Luisa Barbaro, responsabile Consultori familiari area metropolitana e jonica, dirigente del consultorio familiare “Via del Vespro” dell’Asp 5; Rosalba Stramandino, dirigente della Squadra mobile della Questura di Messina (reati contro la persona); Mariella Crisafulli, consigliera di parità della Provincia. Il convegno è l’occasione per parlare della grave situazione di difficoltà economica dell’asswociazione che dal 1989 offre un servizio di assistenza e sostegno alle donne vittime di violenza della città di Messina e non solo. Con gli anni l’associazione è cresciuta nella stima della cittadinanza e considerazione dei referenti pubblici, oltre che privati, in specie delle donne, tanto da ricevere regolarmente segnalazioni di casi di violenza sia dai servizi sociali, dai servizi socio-sanitari, dalle agenzie scolastiche e formative che dalle forze dell’ordine. “Oggi ci troviamo a vivere un drammatico paradosso: le donne si rivolgono a noi per un aiuto, molte anche grazie alla campagna pubblicitaria del n° verde nazionale 15 22, con il quale siamo collegate; le forze dell’ordine sono sempre più sensibilizzate sulla nostra competenza in caso di maltrattamento e violenza sulle donne, ma noi non sappiamo piu’ come pagare l’affitto e le bollette del telefono. Naturalmente, le prestazioni delle operatrici sono a titolo gratuito. Per questi motivi – concludono le operatrici – abbiamo deciso di parlare direttamente alla cittadinanza tutta, alle donne specialmente, alle istituzioni, alle forze economiche e imprenditoriali, agli organi di stampa, perché si sappia che da sole non potremo farcela ancora per molto. Abbiamo bisogno non solo di solidarietà morale ma anche di quella economica».

 (Delt@ Anno VIII, n. 233 del 30 novembre  2010)

Condividi:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Current
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT

Tags |, , , ,

    • VIOLENZA. Farnesina: Terzi celebra Giornata mondiale contro mutilazioni femminili
    • VIOLENZA. Carfagna: non fermare impegno contro mgf
    • VIOLENZA. Nirenstein (pdl), mutilazioni genitali femminili intervento barbarico
    • VIOLENZA. Germontani (FLI), infibulazione inammissibile in Italia
    • VIOLENZA. Fornero, contrastare atteggiamenti violenza donne
    • VIOLENZA. Mgf, progetto pilota nelle scuole toscane
    • RAPPRESENTANZA. Fornero: vigilerò sulla presenza di donne nei cda
    • SALUTE: a Roma Centro Fecondazione per donne affette da endometriosi
    • LUTTI. Morta Anna Maria Longo, storica dirigente di sinistra
      luglio 2019
      lun mar mer gio ven sab dom
      1234567
      891011121314
      15161718192021
      22232425262728
      293031EC

      Archivio anni