Categorizzato | SALUTE

SALUTE. Il corso interattivo CANCRO AL SENO E QUALITÀ DELLA VITA: LE RISPOSTE AL CAMBIAMENTO

Pubblicato il 15 settembre 2014 da redazione

Catania, giovedì 18 (Palazzo dell’Università) e venerdì 19 settembre (Il Principe Hotel)
CANCRO AL SENO E QUALITÀ DELLA VITA: LE RISPOSTE AL CAMBIAMENTO
Corso interattivo multidisciplinare su aspetti medici e non legati al carcinoma mammario
CATANIA - Due giornate di aggiornamento e confronto per parlare di tumore al seno e qualità di vita, approfondendo ogni aspetto legato alla malattia e all’inevitabile cambiamento che essa comporta, cogliendo le donne impreparate.
“Quality of life” è il corso interattivo multidisciplinare per il carcinoma mammario che giovedì 18 (Palazzo dell’Università) e venerdì 19 settembre (Il Principe Hotel) affronterà la tematica dal punto di vista medico-scientifico e non solo, grazie al contributo di testimonianze e di esperienze: la città di Catania vedrà riuniti medici, esperti, operatori del settore per l’evento promosso dall’Unità operativa complessa – multidisciplinare – di senologia, Dipartimento materno infantile dell’AO Cannizzaro di Catania, diretta dalla dott.ssa Francesca Catalano (con il patrocinio dell’Ordine etneo dei medici chirurghi e degli odontoiatri, e dell’Università di Catania).
Il percorso coinvolgerà tutte le figure professionali dedicate alla diagnosi e cura del carcinoma mammario: chirurghi generali e plastici, medici generici, psicologi, infermieri, ginecologi, epidemiologi, pediatri, genetisti, oncologi, Tsrm, radiologi, radioterapisti, fisiatri, fisioterapisti. In altre parole, le figure professionali dedicate alla diagnosi e la cura del tumore alla mammella, che rappresentano un vero e proprio mondo al quale ogni giorno affidarsi, chiedendo chiarezza, competenza, rassicurazione e conforto. Dall’inizio alla fine della patologia.
«Le donne con il cancro al seno, loro malgrado, sono a chiamate ad affrontare un cambiamento profondo della propria vita – afferma la dott.ssa Catalano – il lavoro ospedaliero mi ha riservato esperienze straordinarie, ogni giorno le pazienti arricchiscono il mio essere con le loro storie e il loro vissuto ricordandomi, a volte anche tacendo, quali sono i valori importanti di questa vita terrena. È dunque nostro compito esserci, perché anche se all’interno di ogni gruppo c’è la figura dello psico-oncologo, spesso le donne chiedono risposte al medico al quale si sono completamente affidate».

IL CORSO – L’apertura di giovedì 18 (ore 17.00) sarà affidata a Francesca Catalano, che introdurrà le autorità presenti per i saluti, dando spazio alle lectio magistralis di Antonella Surbone (La qualità della vita durante la traiettoria della malattia: ruolo dei professionisti oncologi), Patrizia Pasanisi (Stili di vita-alimentazione) e Flori Degrassi (Il ruolo del volontariato oncologico “al femminile”).
Grazie al lavoro del comitato scientifico guidato dalla dott.ssa Catalano e composto da Francesco Basile, Giuseppe Catanuto, Filippo Fraggetta, Francesco Marletta, Rosario Perrotta, Giuseppa Scandurra e Paolo Scollo, il congresso si articolerà in tre momenti formativi: la mattina di venerdì 19, infatti, in tre sale simultaneamente si svolgeranno le sessioni sui temi “Chirurgia: conoscere i desideri delle pazienti”, “Procreazione e benessere dei figli”, “Qualità della vita durante i trattamenti e nelle donne ad alto rischio”. La sessione plenaria del pomeriggio, concentrerà gli interventi sui temi “Salute e benessere” con un focus su problematiche come la sessualità, i disturbi del sonno, la medicina estetica, il dolore osseo.
In conclusione verrà presentato il cortometraggio diretto da Giuseppe Consales, realizzato in collaborazione con le volontarie dell’Andos (Associazione nazionale donne operate al seno) – Comitato di Catania: una docu-fiction sulla vita delle donne che incontrano un amico “scomodo”, il cancro, con il quale si trovano a fare i conti, dovendo rimandare progetti e sogni. Inoltre, al termine del congresso, avverrà l’estrazione per l’opera “Picasso è la mia grande mamma” – scelta per dare il volto all’evento e realizzata da Giada Fedeli – è possibile acquistare il biglietto di 5 euro, il ricavato andrà all’Andos. La partecipazione prevede 12 crediti formativi professional, organizzazione a cura di City’ncongress, iscrizioni e prevendite biglietti www.cityncongress.it.

Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
L’opera “Picasso è la mia grande mamma”, scelta per dare il volto all’evento, di Giada Fedeli.
Da sx: Concetta Ravalli (radiologo senologo), Claudia Tropea (volontaria Andos), Francesca Catalano (direttore Unità Operativa – multidisciplinare di senologia)

SANITÀ, TUMORE AL SENO E QUALITÀ DI VITA – CONGRESSO A CATANIA

I PRESS - Sala Stampa e Comunicazione
Viale XX Settembre, 45 – 95129 Catania | tel/fax 095 505133 mobile 366 5643788 | www.i-pressnews.itstaff@i-press.it
Assia La Rosa
Condividi:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Current
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT

    • VIOLENZA. Farnesina: Terzi celebra Giornata mondiale contro mutilazioni femminili
    • VIOLENZA. Carfagna: non fermare impegno contro mgf
    • VIOLENZA. Nirenstein (pdl), mutilazioni genitali femminili intervento barbarico
    • VIOLENZA. Germontani (FLI), infibulazione inammissibile in Italia
    • VIOLENZA. Fornero, contrastare atteggiamenti violenza donne
    • VIOLENZA. Mgf, progetto pilota nelle scuole toscane
    • RAPPRESENTANZA. Fornero: vigilerò sulla presenza di donne nei cda
    • SALUTE: a Roma Centro Fecondazione per donne affette da endometriosi
    • LUTTI. Morta Anna Maria Longo, storica dirigente di sinistra
      settembre 2019
      lun mar mer gio ven sab dom
       1
      2345678
      9101112131415
      16171819202122
      23242526272829
      30EC

      Archivio anni