Categorizzato | EVENTI

ROMA. La signorina dell’igiene Genere e biopolitica nella costruzione dell’’infermiera moderna’

Pubblicato il 07 marzo 2016 da redazione

9 marzo 2016
19:00

Mercoledì 9 marzo 2016, ore 17.00

presentazione del volume

La signorina dell’igiene

Genere e biopolitica nella costruzione dell’’infermiera moderna’

di Olivia Fiorilli

Pisa University Press, 2015

Opera vincitrice ex-aequo della XX edizione del Premio Franca Pieroni Bortolotti,

promosso dal  Consiglio regionale della Toscana e dalla Commissione regionale per le pari opportunità della Toscana,
in collaborazione con la Società Italiana delle Storiche e con la Biblioteca delle Oblate (Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze).

Intervengono

Emmanuel Betta, Vinzia Fiorino, Alessandra Gissi

Coordina

Margherita Pelaja

Biblioteca di storia moderna e contemporanea – Palazzo Mattei di Giove

Via Michelangelo Caetani 32 – Roma

Per informazioni: b-stmo.info@beniculturali.it cultura@bsmc.itwww.bsmc.it闒粀闀粀

*********************************************************************************************

Comunicato stampa

Mercoledì 9 marzo 2016, alle ore 17.00, in collaborazione con la Società Italiana delle Storiche, presso la Biblioteca di storia moderna e contemporanea (Palazzo Mattei di Giove Via Michelangelo Caetani 32, Roma sarà presentato il volume La signorina dell’igiene. Genere e biopolitica nella costruzione dell’’infermiera moderna’ di Olivia Fiorilli, Pisa University Press, 2015. Intervengono: Emmanuel Betta, Vinzia Fiorino, Alessandra Gissi. Coordina: Margherita Pelaja.

Questo libro esplora i processi che nel primo trentennio del novecento, in Italia, hanno portato alla costruzione discorsiva e simbolica dell’assistenza infermieristica come professione “tipicamente femminile”. La storia dell’’infermiera moderna’, una figura ideale che in quegli anni pervade i discorsi di attori sociali differenti quali il movimento femminile, i medici ospedalieri, e gli artefici della medicina sociale, consente di gettare uno sguardo sulle nuove idee e pratiche di gestione della salute pubblica e del “patrimonio biologico” della nazione che si fanno strada al termine della Grande Guerra. L’analisi del processo di ascesa di questa figura permette di analizzare da un’angolatura inusuale il modo in cui si incrociano e si sostengono vicendevolmente tecniche di controllo dei corpi, dispositivi biopolitici e “tecnologie del genere”.

Olivia Fiorilli si è laureata in Storia contemporanea presso l’Università di Roma Sapienza con una tesi sull’ospedale psichiatrico S. Maria della Pietà. Nel 2014 ha conseguito il dottorato in Studi di genere presso la stessa università sotto la supervisione di Patrizia Gabrielli e Luc Berlivet. È stata post-doc fellow presso l’Instituto de Ciências Sociais dell’Università di Lisbona tra il 2014 e il 2015. Ha pubblicato articoli su “Contemporanea”, “Medicina&Storia”, “Dimensioni e problemi della ricerca storica”, il “Bollettino di Italianistica” e contributi in pubblicazioni collettanee italiane e internazionali. È autrice con Rachele Borghi e Michela Baldo del volume Il Re Nudo: per un archivio drag king in Italia, ETS, 2014.

Emmanuel Betta insegna Storia contemporanea all’Università di Roma Sapienza. Ha lavorato sulla nascita tra medicina e morale nell’Ottocento, si occupa di storia del corpo, di confessione, sessualità e medicina e della prospettiva storica dei temi bioetici.

Vinzia Fiorino insegna Storia contemporanea all’Università di Pisa. Si è occupata di storia politica delle donne in Italia e in Francia, di storia delle amministrazioni locali, di storia sociale e culturale del sapere psichiatrico.

Alessandra Gissi insegna Storia contemporanea all’Università di Napoli “L’Orientale”. Si è occupata di politiche demografiche, di storia della riproduzione e di migrazioni intellettuali tra le due guerre mondiali.

Margherita Pelaja lavora nell’editoria e conduce ricerche sulla storia sociale e sulla storia della sessualità tra Settecento e Novecento. È stata tra le fondatrici di “Memoria. Rivista di storia delle donne” e della Società Italiana delle Storiche. È autrice di numerosi articoli e saggi.

Condividi:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Current
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT

    • VIOLENZA. Farnesina: Terzi celebra Giornata mondiale contro mutilazioni femminili
    • VIOLENZA. Carfagna: non fermare impegno contro mgf
    • VIOLENZA. Nirenstein (pdl), mutilazioni genitali femminili intervento barbarico
    • VIOLENZA. Germontani (FLI), infibulazione inammissibile in Italia
    • VIOLENZA. Fornero, contrastare atteggiamenti violenza donne
    • VIOLENZA. Mgf, progetto pilota nelle scuole toscane
    • RAPPRESENTANZA. Fornero: vigilerò sulla presenza di donne nei cda
    • SALUTE: a Roma Centro Fecondazione per donne affette da endometriosi
    • LUTTI. Morta Anna Maria Longo, storica dirigente di sinistra
      marzo 2016
      lun mar mer gio ven sab dom
       123456
      78910111213
      14151617181920
      21222324252627
      28293031EC

      Archivio anni