Categorizzato | EVENTI

Roma. Al Fatebenefratelli di Roma il Seminario “Margaret Fuller Ossoli, le donne e l’impegno civile nella Roma risorgimentale”

Pubblicato il 29 aprile 2010 da redazione

23 maggio 2010

(Roma)  Il 23 maggio , alle ore 9.30 nella Sala Assunta dell’Ospedale Fatebenefratelli (Via di Ponte 4 Capi, 39) si terrà il seminario “Margaret Fuller Ossoli, le donne e l’impegno civile nella Roma risorgimentale”.

 Nel corso dello stesso, si potranno ascoltare alcuni fra i maggiori esperti della vita e delle opere di Margaret Fuller Ossoli, la scrittrice e giornalista americana che documentò quel periodo, e delle altre importanti personalità femminili, italiane e straniere, del primo Ottocento impegnate per l’emancipazione femminile.

 Sarà altresì possibile apprendere le ultime novità storiografiche sulla Repubblica Romana e sul ruolo che le donne vi ebbero, in particolare nell’organizzazione e nella gestione della prima efficientissima forma di assistenza umanitaria in tempo di guerra, senza distinzione di patria e di credo politico e religioso, ancor prima che nascesse la Croce Rossa.

Introduce il Seminario Mario Bannoni, in rappresentanza di Laurie James, presidente del Comitato Usa per il Bicentenario di Margaret Fuller Ossoli.

Saluti di: David Mees, addetto culturale dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America, Jaroslaw Mikolajewski, direttore dell’Istituto polacco di Roma, Péter Kovàcs, direttore dell’Accademia d’Ungheria in Roma, Anna Maria Cerioni, Sovraintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma.

Interventi: Margaret Fuller, un’intellettuale e una realizzatrice, Cristina Giorcelli, direttora del Dipartimento di Studi Euro-americani dell’Università degli Studi di Roma Tre; Novità storiografiche sulla Repubblica Romana, Marco Severini, docente di Storia del Risorgimento presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Macerata; Difesa di Roma del 1849. Memoria e territorio, Enrico Luciani, presidente dell’Associazione A. Cipriani e direttore del sito www.comitatogianicolo.it; Operatività sanitaria militare nel 1849, Antonio Santoro, Brigadiere Generale Medico della direzione generale della sanità militare e docente presso l’Università di Firenze; Le donne del 1848, Ginevra Conti Odorisio, ordinaria di Storia delle dottrine politiche presso l’Università degli Studi Roma Tre, dip.to Studi Internazionali; Il patriottismo femminile nel Risorgimento, Fiorenza Taricone, Università degli Studi di Cassino.

Conclusioni: Gli anni italiani di Margaret Fuller, ricerche e approfondimenti di Mario Bannoni

 L’ingresso è libero ed estensibile, ma per ragioni organizzative dare comunicazioni della propria partecipazione a Comitato Italiano per il Bicentenario di Margatet Fuller Ossoli,

 segreteriabicentenariofuller@gmail.com – tel. 0690289811 – fax 0691712548

(Delt@ Anno VIII, n. 88  del  29  aprile  2010)  

Condividi:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Current
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT

Tags |, , , ,

    • VIOLENZA. Farnesina: Terzi celebra Giornata mondiale contro mutilazioni femminili
    • VIOLENZA. Carfagna: non fermare impegno contro mgf
    • VIOLENZA. Nirenstein (pdl), mutilazioni genitali femminili intervento barbarico
    • VIOLENZA. Germontani (FLI), infibulazione inammissibile in Italia
    • VIOLENZA. Fornero, contrastare atteggiamenti violenza donne
    • VIOLENZA. Mgf, progetto pilota nelle scuole toscane
    • RAPPRESENTANZA. Fornero: vigilerò sulla presenza di donne nei cda
    • SALUTE: a Roma Centro Fecondazione per donne affette da endometriosi
    • LUTTI. Morta Anna Maria Longo, storica dirigente di sinistra

      Archivio anni