Categorizzato | PARI OPPORTUNITA'

PARI OPPORTUNITÀ. “Donne e territorio”: un progetto di genere nella Provincia di Milano

Pubblicato il 31 marzo 2009 da Redazione Delt@

(Milano) Il progetto “Donne e Territorio” – organizzato da parte dell’Ufficio politiche di genere della provincia di Milano – nasce dalla consapevolezza della scarsa rappresentanza femminile nelle assemblee elettive degli enti locali, della mancanza di azioni di lobbying e di rete tra le donne elette, della scarsa visibilità dei percorsi e dell’azione politica al femminile. Il progetto mira a costruire una rete delle donne elette del territorio provinciale, finalizzata alla promozione di una nuova cultura di genere, allo scambio di esperienze, alla definizione di strumenti e all’elaborazione di un piano comune di azioni. Per la costituzione della rete è stato realizzato un calendario di incontri decentrati sul territorio con le elette. I risultati emersi sono confluiti a giugno 2005 in un’assemblea plenaria finalizzata alla definizione di un programma comune. Nell’ambito del progetto, è stata promossa una Visita di studio al Parlamento Europeo, a Bruxelles, che ha contato la partecipazione di una delegazione di 30 donne elette nei comuni della provincia di Milano. Nel corso della visita, è stato organizzato il Seminario: “Il ruolo dell’Europa nelle politiche di genere con la presenza delle eurodeputate”. Il progetto ha avuto seguito il 21 ottobre 2005 con un incontro nel quale alcune delle partecipanti condivideranno innanzitutto riflessioni, indicazioni e impressioni sull’esperienza del viaggio al Parlamento europeo. Verranno poi presentati i programmi sui quali le donne elette, suddivise in tre gruppi, lavoreranno per sviluppare e affermare la rete tra le amministratrici. L’obiettivo è rafforzare le competenze delle stesse, definire proposte concrete da veicolare all’interno dei consigli comunali e delle organizzazioni competenti, promuovere iniziative di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini. I temi dei gruppi di lavoro sono: Politiche di genere e mainstreaming.Si discuterà delle strutture, competenze e risorse che nelle pubbliche amministrazioni sono destinate alle pari opportunità, verranno approfonditi i temi sul gender budgeting, task force e altri; statuti e partecipazione. Si partirà da una riflessione sul ruolo degli statuti nei confronti delle donne amministratrici per arrivare ad una lettura degli stessi, analizzando alcune buone prassi e gli effetti in termini di partecipazione femminili alle scelte pubbliche; comunicazione. Si concentrerà sull’importanza della comunicazione nella gestione delle relazioni con i diversi interlocutori, sugli aspetti strategici della comunicazione per lo sviluppo del territorio in un’ottica di genere, sull’organizzazione della comunicazione interna per finire con l’analisi di alcune
case-history che possano fornire indicazioni, metodologie e strumenti di conciliazione. Al termine dei workshop sono state stilate le Raccomandazioni ai Consigli e alle giunte comunali e a quelle della Provincia di Milano. Nella fase successiva si è lavorato principalmente al rafforzamento e alla definizione del ruolo della rete, con l’obiettivo di valorizzare e mettere in sinergia i diversi progetti promossi dalla Provincia di Milano. Per facilitare la diffusione dei progetti in corso è stato realizzato un pieghevole informativo “Le politiche di genere: progetti e servizi della Provincia di Milano”. La quarta fase – che si è conclusa il 28 novembre 2007 con la presentazione al Presidente del Consiglio e ai consiglieri della prima commissione della Provincia di Milano delle Proposte per il riconoscimento istituzionale della Rete delle elette e delle amministratrici degli enti locali della provincia di Milano – è stata finalizzata all’ulteriore consolidamento della rete delle Elette e delle Amministratrici. Per raggiungere questo obiettivo è stato organizzato un gruppo di lavoro che ha avuto l’obiettivo di identificare le modalità più idonee per arrivare a una “istituzionalizzazione” della rete stessa. Sono stati esaminati casi simili per arrivare a definire la forma più efficace per identificare le regole generali che potrebbero in futuro presidiare il funzionamento di un nuovo soggetto istituzionale. L’ultima fase, che pure è il cuore dell’intero progetto, dopo aver creato una rete tra le Elette e le Amministratrici dei Comuni della Provincia, che ha permesso lo scambio di buone prassi e la crescita di competenze di coloro che si sono impegnate nel governo locale, e dopo aver studiato e analizzato forme e modalità per istituzionalizzare la Rete, si è posta l’obiettivo di dare alla rete di “Donne e Territorio” una configurazione istituzionale, introducendo nello Statuto della Provincia un nuovo organismo, la “Consulta delle elette”, oltre a realizzare uno strumento informativo dedicato alle Elette e alle Amministratrici locali: Elett@.
(Delt@ Anno VII, N 68 del 31 Marzo 2009)

Condividi:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Current
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT

Tags |,

    • VIOLENZA. Farnesina: Terzi celebra Giornata mondiale contro mutilazioni femminili
    • VIOLENZA. Carfagna: non fermare impegno contro mgf
    • VIOLENZA. Nirenstein (pdl), mutilazioni genitali femminili intervento barbarico
    • VIOLENZA. Germontani (FLI), infibulazione inammissibile in Italia
    • VIOLENZA. Fornero, contrastare atteggiamenti violenza donne
    • VIOLENZA. Mgf, progetto pilota nelle scuole toscane
    • RAPPRESENTANZA. Fornero: vigilerò sulla presenza di donne nei cda
    • SALUTE: a Roma Centro Fecondazione per donne affette da endometriosi
    • LUTTI. Morta Anna Maria Longo, storica dirigente di sinistra
      novembre 2019
      lun mar mer gio ven sab dom
       123
      45678910
      11121314151617
      18192021222324
      252627282930 

      Archivio anni