Categorizzato | EVIDENZA

MEDIA. Oggi a Roma il dibattito Donne e Media: le proposte per una riforma condivisa.

Pubblicato il 28 ottobre 2010 da redazione

(Roma) Il Comitato Pari Opportunità  del Ministero dello Sviluppo Economico, Comitato Pari Opportunità dell’ENEA, in  collaborazione con APPELLO DONNE E MEDIA, invitano all’incontro che si terrà oggi, venerdì 29 ottobre  - dalle 10.00 alle 13.00, presso il Ministero dello Sviluppo Economico – Sala Umberto la Monica, Via Molise 2 – Donne e Media: le proposte per una riforma condivisa. Dai nuovi impegni per la Rai alle regole per tutti i media. Tavolo di confronto e “Standard Europeo”: le proposte al governo e all’Europa

Al dibattito Intervengono: Mirella Ferlazzo, Presidente CPO Ministero dello Sviluppo Economico, Teresa Chironi, Presidente CPO ENEA, Elisa Manna, Responsabile Politiche Culturali CENSIS, Donatina Persichetti, Coordinatrice Conferenza Presidenti Consulte Regionali, Gabriella Cims, Promotrice Appello Donne e Media.

“L’obiettivo è migliorare la rappresentazione della figura femminile trasmessa dalla tv e dai

mezzi di comunicazione nel nostro Paese. Nasce così il piano di riforme proposto dall’Appello Donne e Media, lanciato in Rete a novembre 2009, ottenendo il sostegno di migliaia di persone, a partire dal Presidente della Repubblica. (key4biz.it). Le riforme proposte sono state condivise e sostenute nelle sedi istituzionali e in tale direzione si intende procedere.

All’ordine del giorno dell’incontro promosso: – la richiesta, ad un passo dalla ratifica del nuovo contratto di servizio Rai da parte del governo, di un’attenzione reale alle integrazioni proposte dall’Appello Donne e Media e quindi un segnale concreto dalla TV pubblica per una rappresentazione plurale e non stereotipata delle donne; – la richiesta al governo di convocare, dando seguito all’iter proposto dall’Appello, un tavolo tecnico di confronto per l’elaborazione di un quadro regolamentare condiviso e inerente tutti i media, simile a quello adottato dagli altri paesi europei con la previsione di insediare, nella seconda fase,

un’apposita Autority di controllo; – infine la proposta all’Europa di armonizzare le diverse regolamentazioni esistenti sul tema Donne e Media in un auspicabile “STANDARD EUROPEO”.

Sono invitati a partecipare alla discussione i Comitati Nazionali di Pari Opportunità e gli

Organismi di Parità Regionali, al fine di condividere una proposta da presentare alle istituzioni.

(Delt@ Anno VIII, n. 207 – 208  del 29 – 30 ottobre  2010)

Condividi:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Current
  • LinkedIn
  • Live
  • MySpace
  • PDF
  • Twitter
  • Wikio IT

Tags |, , , , ,

    • VIOLENZA. Farnesina: Terzi celebra Giornata mondiale contro mutilazioni femminili
    • VIOLENZA. Carfagna: non fermare impegno contro mgf
    • VIOLENZA. Nirenstein (pdl), mutilazioni genitali femminili intervento barbarico
    • VIOLENZA. Germontani (FLI), infibulazione inammissibile in Italia
    • VIOLENZA. Fornero, contrastare atteggiamenti violenza donne
    • VIOLENZA. Mgf, progetto pilota nelle scuole toscane
    • RAPPRESENTANZA. Fornero: vigilerò sulla presenza di donne nei cda
    • SALUTE: a Roma Centro Fecondazione per donne affette da endometriosi
    • LUTTI. Morta Anna Maria Longo, storica dirigente di sinistra
      luglio 2019
      lun mar mer gio ven sab dom
      1234567
      891011121314
      15161718192021
      22232425262728
      293031EC

      Archivio anni